Link home page Vai alla home page sito UBI Banca  |     
 
 
Archivio Storico Bpu Banca  Corporate Governance  Comitati
     Versione stampabile   
 
 Pagina aggiornata al 27/11/2006 15.32.09
         
 
Comitati

L'art. 39-bis dello Statuto – recependo in tal senso anche le raccomandazioni del Codice di Autodisciplina – dispone che il Consiglio di Amministrazione istituisca:

- un Comitato Nomine,
- un Comitato per la Remunerazione dell'alta dirigenza della Banca e del Gruppo
- un Comitato per il Controllo Interno

composti da alcuni suoi membri, tutti indipendenti e non esecutivi, determinandone poteri e regolamento di funzionamento.




Comitato nomine

Il Consiglio di Amministrazione ha istituito al proprio interno un Comitato per le Nomine composto da quattro suoi componenti, oltre che dal Presidente; il Comitato dura in carica un anno.

Il Comitato sottopone al Consiglio di Amministrazione della Capogruppo proposte, a seconda dei casi, per la nomina assembleare, ovvero per la cooptazione, in ordine alle candidature alla carica di consigliere e di sindaco della Capogruppo e delle Banche e Società controllate; la designazione dei candidati negli organi sociali di società o banche partecipate viene per contro effettuata congiuntamente dal Presidente e dall'Amministratore Delegato.

La preventiva determinazione del Comitato costituisce presupposto necessario per le deliberazioni in materia di nomina.

Di tale Comitato, costituito il 1° luglio 2003, fanno attualmente parte Emilio Zanetti, che lo presiede, Giuseppe Calvi, Alessandro Pedersoli, Mario Boselli, Antonio Bulgheroni. 




Comitato per la remunerazione dell'alta dirigenza della Banca e del Gruppo

Il Consiglio di Amministrazione ha istituito al proprio interno un Comitato per la remunerazione e per gli eventuali piani di stock option o di assegnazione azioni, composto da cinque membri; il Comitato dura in carica un anno.

Tale Comitato, in assenza dei diretti interessati, ha il compito di formulare al Consiglio proposte, di carattere consultivo e non vincolanti, per la remunerazione dell'Amministratore Delegato e degli amministratori che ricoprono particolari cariche, nonchè per la determinazione dei criteri per la remunerazione dell'alta direzione della Banca.

L'attività del Comitato si applica anche alla definizione delle remunerazioni degli amministratori investiti di particolari cariche e dell'alta dirigenza delle Società controllate.

Il Comitato può inoltre formulare proposte anche relativamente alla parte dei compensi dell'Amministratore Delegato e di dirigenti preventivamente individuati dal Consiglio di Amministrazione che sia legata ai risultati economici conseguiti dalla Banca a consuntivo e/o, eventualmente, al raggiungimento di obiettivi specifici preventivamente indicati dal Consiglio di Ammnistrazione. Di tale Comitato, costituito in data 1° luglio 2003,fanno parte Toti S. Musumeci, in qualità di Presidente, ed i consiglieri Mario Boselli, Sergio Orlandi, Alessandro Pedersoli e Giorgio Perolari.




Comitato per il Controllo interno

Il Consiglio di Amministrazione, in data 1° luglio 2003 ha costituito al proprio interno un Comitato per il Controllo Interno con funzioni consultive e propositive.

In particolare il Comitato per il Controllo Interno:

a) assiste il Consiglio nell'espletamento dei compiti derivanti dalla responsabilità del sistema del controllo interno;

b) valuta il piano di lavoro preparato dal Preposto al controllo interno e riceve le relazioni periodiche dello stesso;

c) valuta, unitamente ai responsabili amministrativi della Banca ed ai revisori, l'adeguatezza dei principi contabili utilizzati e, con riferimento al Gruppo, la loro omogeneità ai fini della redazione del bilancio consolidato;

d) valuta le proposte formulate dalle Società di revisione per ottenere l'affidamento del relativo incarico, nonché il piano di lavoro predisposto per la revisione e i risultati esposti nella relazione e nella lettera di suggerimenti;

e) riferisce al Consiglio, almeno semestralmente, in occasione dell'approvazione del bilancio e della relazione semestrale, sull'attività svolta e sull’adeguatezza del sistema di controllo interno;

f) svolge gli ulteriori compiti che gli vengono attribuiti dal Consiglio di Amministrazione, particolarmente in relazione ai rapporti con la Società di revisione.

In dettaglio, di tale Comitato, che si compone di cinque membri in prevalenza non esecutivi, fanno parte i consiglieri: Italo Lucchini, che lo presiede, Antonio Bulgheroni,  Giorgio Frigeri, Enio Fontana; ai relativi lavori partecipano il Presidente del Collegio Sindacale o altro Sindaco designato dal Presidente del Collegio, il Preposto al controllo interno con funzioni di segretario, nonchè, se richiesto, un esponente dell’Alta Direzione a ciò designato.

Per l’espletamento dei propri compiti il Comitato, che si riunisce con cadenza almeno trimestrale, si avvale principalmente della funzione di Internal Auditing della Banca, il cui responsabile è stato nominato Preposto al controllo interno.